Dormire meglio

Quali integratori alimentari biologici per il sonno?

Molti studi sono stati condotti sul sonno e tuttavia, ci sono ancora alcune domande su questo importante momento della nostra giornata. Infatti, passiamo quasi un terzo della nostra vita dormendo!

Eppure, una persona su tre è interessata da un disturbo del sonno. Questi disturbi possono assumere diverse forme: insonnia, stanchezza, risvegli notturni, sonno agitato, problemi ad addormentarsi… Fortunatamente, ci sono prodotti naturali e integratori alimentari a base di piante, con effetti rilassanti, che aiutano a trovare un sonno ristoratore.

Dormire bene.

Da scoprire :
  • Come funziona il sonno?
  • Come dormire bene?
  • Integratore alimentare per dormire e rimedi naturali per dormire bene

Dormire bene per vivere meglio.

Come funziona il sonno?

L’importanza di un buon sonno

Per capire il ruolo del sonno, è importante capire come funziona. Corrisponde a una sequenza da 3 a 6 cicli successivi, che durano da 60 a 120 minuti ciascuno. Ogni ciclo è a sua volta composto da una fase alternata di sonno a onde lente e di sonno REM.

È durante la fase di sonno a onde lente che il corpo e il cervello si riposano. Il metabolismo rallenta, il consumo di ossigeno e il tono muscolare diminuisce.

Durante il sonno REM, l’attività cerebrale è vicina a quella della fase di veglia. Tuttavia, i muscoli sono ancora a riposo, non c’è quasi nessuna attività. È durante questa fase del sonno che sogniamo.

Un buon sonno gioca un ruolo essenziale nella concentrazione, nell’apprendimento, nella memorizzazione e anche nell’orientamento. Ci permette anche di assimilare l’apprendimento fatto durante il giorno.

D’altra parte, la mancanza di sonno accentua l’irritabilità, gli stati depressivi, o addirittura porta all’aumento di peso, all’ipertensione o alle infezioni. Infine, il sonno gioca un ruolo importante nell’immunità.

La mancanza di sonno aumenta la vulnerabilità alle infezioni. Il sonno aiuterebbe quindi a rafforzare e ricostruire il sistema immunitario.

Gli effetti degli ormoni del sonno

Durante il sonno, viene secreto un gran numero di ormoni che contribuiscono al corretto funzionamento del corpo. Tra questi ormoni, troviamo l’ormone della crescita, responsabile della crescita dei bambini. Tuttavia, questo ormone è ancora secreto in età adulta e aiuta a rafforzare e riparare muscoli, ossa e tessuti, come la pelle.

Il vero ormone del sonno è la melatonina. Prodotto naturalmente dal corpo quando la luce si affievolisce, rende più facile addormentarsi. Gioca quindi un ruolo diretto nel sonno, poiché influenza il tempo necessario per addormentarsi, e quindi i cicli del sonno.

Di quante ore di sonno abbiamo bisogno?

I francesi dormono in media 6h42 ore per notte. Da diversi anni questa media tende a diminuire. Questo declino del sonno della popolazione può essere spiegato dall’iperstimolazione con cui si confronta nella vita quotidiana. Che sia a causa della luce blu degli schermi o del rumore, questo influisce sul momento di addormentarsi e sulla qualità del sonno.

Tuttavia, secondo gli esperti di salute, la media raccomandata per un adulto è tra 7 e 9 ore di sonno per notte, a seconda delle esigenze individuali. La quantità ideale di sonno è quella che ti permette di essere in forma durante tutta la giornata, senza segni di sonnolenza o stanchezza, e soprattutto che ti permette di alzarti con la sensazione di aver dormito bene.

Tuttavia, non siamo tutti uguali quando si tratta di sonno e disturbi del sonno. Numerosi fattori come l’età, l’ambiente, lo stress, la vita quotidiana e lo stile di vita influenzano la qualità del nostro sonno e possono causare disturbi, insonnia e notti senza riposo.

I fattori genetici sarebbero anche all’origine della disparità dei bisogni di sonno. Gli scienziati hanno portato alla luce l’esistenza di “geni orologio” che agiscono come “organizzatori della veglia e del sonno”.

Come dormire bene?

Complesso e fragile, il meccanismo del sonno può essere facilmente disturbato da un elemento ambientale. È essenziale sapere come individuare i segni per limitare i disturbi del sonno e promuovere un sonno sereno e riposante.

Alcuni consigli e soluzioni per addormentarsi rapidamente esistono e possono essere facilmente implementati. Inoltre, l’assunzione di integratori alimentari, sia in forma di compresse che di capsule, può aiutare a ritrovare un sonno ristoratore.

Ascolta i segnali di pericolo del tuo corpo.

I nostri consigli e trucchi per addormentarsi meglio

  • Non bere tè o caffè nel pomeriggio

Per dormire bene, si dovrebbe smettere di consumare stimolanti il più presto possibile nel corso della giornata. Il caffè o il tè dopo un pasto dovrebbe essere l’ultimo della giornata.

Lo stesso vale per il consumo di bibite, contenenti caffeina, che aiuta a tenerti sveglio inconsciamente. Questo esclude le tisane rilassanti, che hanno un effetto calmante e favoriscono il rilassamento.

  • Non fare sport la sera

La sera, il nostro corpo comincia a prepararsi per la notte, la temperatura corporea e la vigilanza diminuiscono.

L’esercizio fisico troppo tardi sveglierà i muscoli e riattiverà la produzione di ormoni stimolanti, come l’adrenalina per esempio. La pratica dello sport disturba quindi il ritmo biologico del corpo e disturba il sonno.

  • Smettere di usare gli schermi

Televisione, computer, smartphone o console… Tutti loro diffondono una luce blu vicina alla luce del giorno che disturba il nostro cervello, che quindi non produce correttamente la melatonina.

Addormentarsi sarà quindi più lungo e difficile. È quindi essenziale smettere di guardare gli schermi almeno un’ora prima di andare a letto e dare la priorità al relax, alla lettura o alla scrittura.

  • Ottimizza il tuo ambiente

Un ambiente favorevole all’addormentamento rapido combina diverse condizioni.

Una temperatura della camera da letto di circa 18-19°C, un letto dedicato al sonno (e non ad altre attività), una stanza immersa nel buio per stimolare la produzione di melatonina, e un ambiente tranquillo, senza rumori molesti che possano disturbare la notte.

  • Ascolta te stesso

Quando si tratta di dormire, la qualità è più importante della quantità. Smetti di contare le ore di sonno, ascolta il tuo corpo e sappi individuare i segni del sonno e vai a letto non appena appaiono.

Sbattere gli occhi, sbadigliare e le palpebre pesanti sono i principali segnali che è ora di andare a dormire.

Integratori alimentari,

una soluzione efficace e naturale.

Integratore alimentare per dormire e rimedi naturali per dormire bene

A volte è necessario un piccolo aiuto per trovare un sonno sereno e tranquillo. Le soluzioni mediche come i sonniferi, prescritti da un medico, non sono una risposta duratura ai disturbi del sonno. Riducono il sonno profondo e inducono sonnolenza, dipendenza e rischio cardiaco.

È quindi preferibile rivolgersi prima a soluzioni naturali a base di piante, come la fitoterapia o un integratore alimentare che favorisca un sonno riposante e non crei dipendenza. Tutte le piante e gli ormoni da seguire si trovano sotto forma di integratori alimentari, e vi permetteranno di trovare un piacevole sonno notturno con facilità.

  • Olio essenziale di lavanda e camomilla

Anche se non sono integratori alimentari, gli oli essenziali di lavanda e camomilla possono essere messi sulle tempie o spruzzati sul cuscino.

Le loro proprietà calmanti aiutano a ritrovare un sonno profondo. Metterli sul cuscino prima di andare a letto aiuta a sentire una piacevole sensazione di rilassamento e aiuta ad addormentarsi meglio.

  • Melatonina

La melatonina è l’ormone del sonno, prodotto naturalmente dal corpo. La sua produzione è stimolata quando la luce diminuisce, e disturbata dalla luce degli schermi. L’assunzione di melatonina come integratore alimentare aiuta a ridurre il tempo necessario per addormentarsi.

Lo troverete sotto forma di capsule o compresse da prendere 2 o 3 ore prima dell’ora prevista per dormire. Chiedete sempre il consiglio di un professionista della salute se volete prendere la melatonina.

  • Valeriana

La valeriana è stata usata per secoli per i suoi benefici sul corpo. È noto per le sue proprietà sedative e rilassanti. La valeriana aiuta a ridurre lo stress e ad addormentarsi rapidamente.

È un integratore alimentare ideale per le persone che cercano una soluzione senza melatonina. Sotto forma di compresse, si prende come cura per due settimane. La polvere di valeriana può essere incorporata nelle tisane.

  • Passiflora

Originaria del Nord America, la passiflora era usata dagli Aztechi per le sue virtù. Tuttavia, è solo dal XX secolo che viene utilizzato in Europa per i suoi benefici sul sonno. Questo integratore alimentare è noto per migliorare la qualità del sonno. Così, qualsiasi prodotto a base di passiflora promuove un sonno riposante. Si può trovare in forma di capsule, ma anche in tisana, da consumare prima di andare a letto.

  • Eschscholtzia

L’Eschscholtzia, chiamata anche papavero della California, agisce sul sistema nervoso. Aiuta a far fronte allo stress e contribuisce a un rilassamento ottimale. Eschscholtzia agisce anche su vari disturbi del sonno e quindi migliora la qualità del sonno naturale. Prenderlo sotto forma di integratore alimentare in capsule permette di dormire meglio.

  • Hawthorn

I prodotti a base di biancospino sono noti per aiutare i disturbi del sistema nervoso. Così, il biancospino aiuta a combattere l’ansia e l’insonnia, permettendo di addormentarsi più facilmente.

Tuttavia, questa pianta produce un effetto sedativo, quindi dovrebbe essere presa solo prima di andare a letto.

Aller en haute de page